Opere per la difesa dal rischio valanghivo seggiovia Ponte Vauz – La Viza

Cunei in cemento armato per la protezione passiva dei sostegni numero 4 e 5 della seggiovia esaposto ad ammorsamento temporaneo dei veicoli “Ponte Vauz (1854) – La Viza (1985)”

Una porzione di linea della seggiovia “Ponte Vauz (1854) – La Viza (1985)” è soggetta a rischio valanghivo e per questo due sostegni sono stati progetti con cunei di deviazione per la difesa passiva dall’impatto delle valanghe. Per determinare l’altezza di impatto della neve e la pressione specifica esercitata sulle pareti delle opere di difesa passiva è stato condotto uno specifico studio dinamico delle probabili valanghe.
La forma dei cunei di deviazione è stata ottimizzata per ridurre al minimo le dimensioni delle opere e contenere sia l’impatto paesaggistico delle stesse sia la spinta totale esercitata dalla massa nevosa all’impatto. I cunei di deviazione sono dotati di fondazioni proprie indipendenti da quelle dei sostegni di linea; per garantire l’assorbimento delle sollecitazioni trasmesse dalla valanga e per ridurre i volumi di cemento armato le opere di fondazione sono state vincolate al suolo mediante la realizzazione di pali verticali e tiranti inclinati verso monte.

SCHEDA TECNICA

  • Categoria progetto
    Difesa dal rischio valanghivo
  • Realizzazione
    2011 – 2013
  • Committente
    Pordoi S.p.A. Impianti a Fune
  • Località
    Ski area “Arabba – Pordoi”, Livinallongo del Col di Lana (BL)
  • Livello progettazione
    Progettazione definitiva, Direzione dei lavori, Coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione
  • Progettista
    dott. ing. Andrea Gobber
Scarica la scheda tecnica in PDF

Progetti collegati